Archivio mensile : settembre 2015

Kebab, cronache del sapore nell’Europa dei migranti

Ore 8:00. Mercato di Monastiraki, Atene. Sono ancora assonnato. I macellai hanno quasi finito di sezionare gli agnelli e l'odore forte di sangue, grasso e caffè invade tutta la Via Atìna. Non é un paese che si sveglia all'alba, la Grecia. E le cassette di pesce stanno arrivando solo ora, pronte a raggiungere il ghiaccio,...
Leggi tutto

Dal tappeto rosso alle tovaglie a quadretti

Lettera aperta al Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro dalla 72° Mostra del Cinema La Biennale di Venezia Egregio Signor Sindaco, oggi sono emozionato. Ho indossato la camicia più bianca e le scarpe più lucide per camminare verso il tappeto rosso e scoprire il vincitore del Leone d’oro. Il premio Campiello viene assegnato poco più in là e...
Leggi tutto

Non tutti i gusti sono al prezzemolo

Cara Signora Maria, benvenuta all’Hotel Corallo. Il menu di oggi prevede insalata di mare con prezzemolo tritato. Seguono linguine alle vongole con prezzemolo abbondante. Quindi pesce con patate, guardaunpò, prezzemolate. Perché nei ristoranti della costa più golosa del mondo prezzemolo fa rima con pesce? Il sapore delle sue foglie infatti, è intenso, e forse più...
Leggi tutto

La favola della cucina espressa

C’era una volta lo spiedo della trattoria. Cuoceva dal mattino e, quando era pronto, veniva servito contemporaneamente a tutti gli avventori. Forse pochi sanno che oggi invece, complici i nostri capricci di tempo e di gola, molti dei cibi che consumiamo in un ristorante di livello sono assemblati riportando a temperatura ingredienti precedentemente cotti, abbattuti...
Leggi tutto

L’uva e i falò

L’uva invaiava e arrivavano i giorni della vendemmia. Le fabbriche in Alba lasciavano andare in licenza gli operai, che tornavano alle cascine. Ci si svegliava di prima mattina, si saliva sul trattore con addosso mezza pagnotta e gli occhi ancora appiccicati dalla notte, e si andava alla vigna, con l’auspicio che quella giornata durasse il...
Leggi tutto

Pantelleria, l’isola che ha paura del mare

Anidro. Senz’acqua. In questa parola, già di per sé ossimorica quando si pensa ad una piccola isola circondata dal mare, è contenuta tutta l’essenza di Pantelleria. La amerai follemente o la detesterai con fastidio, caro Gastrofilo. A Pantelleria infatti l’accesso all’acqua è difficile, in ogni senso. Le spiagge praticamente non esistono e nulla è stato...
Leggi tutto