Archivio mensile : agosto 2017

Fame!

Organizzi una serata con ingredienti veri e preziosi e, alcuni, dopo aver trangugiato oltre settecento grammi di cibo a testa e altrettante calorie di vino, si lamentano di aver mangiato troppo poco. Poi pubblichi la fotografia di un piatto con una delle paste migliori d’Europa, e fioccano i commenti di chi si lamenta per la...
Leggi tutto

spaghetti a mezzanotte

Oggi, bando ai sughi, concentriamoci sulle salse cosiddette “in bianco”, quelle che verniciano appena la pasta, lasciandola quasi nuda. L’aglio e olio è l’archetipo di questi condimenti in cui, malgrado tre soli ingredienti, non mancano le opportunità di mettere in tavola un obbrobrio. La pasta industriale svelerà tutta la propria insipienza, l’aglio vecchio o bruciato...
Leggi tutto

verdure grigliate

Se amate sentire sotto ai denti una lieve ritrosia, per poi perdervi nella polpa morbida, mettetele in forno, su un foglio di carta da cucina, con un pizzico appena di sale e due spicchi d’aglio in camicia appena ammaccato. Se è la cedevole cremosità a solleticare le vostre papille, non dimenticate lo spandifiamma, e accomodatele...
Leggi tutto

street food

Non ho visto altri luoghi del mondo in cui i pasti fossero consumati maggiormente per strada rispetto all’Africa sub-sahariana e al sud-est asiatico. In Italia, che non è un paese tropicale, anche per motivi climatici, se si escludono alcune eccezioni riscontrabili soprattutto al Sud, la gente ha sempre mangiato al caldo, nelle osterie. E in...
Leggi tutto

thai

Fa comodo a molti credere che i doni li abbia sempre portati un vecchietto vestito di rosso sulla slitta della Coca-Cola, ma nessuna nonna ricorda questa tradizione, e a me interessano proprio le nonne. Come quella di Poom, che non ha mai sentito parlare di “noodle soup”. Sono stati i cinesi a inserire bacchette e...
Leggi tutto

cicorie

Bianca e asciutta era, quando la conobbi, la Witloof di Bruxelles, sorella minore della connazionale Belga, data in sposa, controvoglia, a parmigiano e noci; compagna di farinate, della Chiavarina, non mi mangiai la foglia ma piuttosto il fittone, bollito e salato; la pelle invasa dal morbillo imbellettò di aceto balsamico, la variegata di Castelfranco; strette...
Leggi tutto

sushi

Marta, se vuoi che conserviamo la nostra amicizia, smettila di ripetermi continuamente che la tua cucina preferita è quella giapponese. Perché non l’hai mai assaggiata! Premetto che i piatti della tradizione nipponica -come peraltro i bonsai, il buddismo Zen e un’altra nutrita serie di stereotipi- provengono da altre culture, ma sono stati assorbiti nel Sol...
Leggi tutto