La colazione dei bambini

Cara Signora Maria,

i tempi sono cambiati. I Suoi nipoti non si muovono più come facevamo noi. Stanno metà della giornata attaccati a uno schermo, non corrono e non si muovono a piedi. Magari fanno sport tre ore alla settimana, ma non basta per toglier loro di dosso il metabolismo da “divanati”.
A colazione non può rimpinzarli delle Sue pur meravigliose torte. Troppi zuccheri semplici sono assolutamente inutili al mattino e poco necessari, in generale, alla crescita dei bambini. Certo sono un bel premio, un’eccezione nelle occasioni speciali, una gioia nei giorni di festa. Sì, proprio come lo erano le torte che Lei mangiava esclusivamente alla domenica o, quando era piccola, nelle feste comandate.
Non sono gli zuccheri semplici ciò che serve ai bambini al mattino. Una fetta di pane del giorno prima, possibilmente quello di Luigi, il nostro panettiere, che usa solo farine macinate grossolanamente a pietra e lievito madre, inzuppata nel latte o coperta da un velo della Sua marmellata di pesche della Costiera, è la cosa migliore che Lei possa dar loro per iniziare una giornata con il piede giusto. Lasci pure perdere i fiocchi di riso che tanto piacciono a Sua nuora: hanno un indice glicemico molto alto e quelli che comprate sono pure pieni di zucchero. Sbucci piuttosto una mela, una pera e, se la mangiano volentieri, aggiunga una fetta di prosciutto o una striscia di salmone selvaggio, quello che Le ho portato dall’Islanda a settembre. Il burro non fa male, ma tutte le mattine non è necessario, con il caldo che fa nelle nostre scuole. Se vogliono ancora uno yogurt naturale o un frutto a metà mattina, arriveranno a pranzo meno affamati e pieni di vitamine. E non abbia paura, non sono denutriti. Tolga dal tavolo tutti quei biscotti industriali e anche dei suoi, che sono meravigliosi, non ne possono mangiare dieci tutte le mattine. Sono troppi anche cinque. Uno va bene. E una fetta di pane va anche meglio.
Non si offenda. Lei cucina benissimo. Ma i nostri bambini sono iper-nutriti oggi. E incontrano già troppi grassi e zuccheri nel resto della loro giornata.
Lo prendo volentieri il caffè. Senza zucchero. Va bene. Oggi uno dei suoi biscotti al limone d’Amalfi lo mangio volentieri. Festeggiamo la primavera!

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento